Sospensioni anteriori

sospensioni

Per la vettura dell’anno 2019-2020 è stato necessario ridisegnare la geometria delle sospensioni anteriori poiché è stato introdotto il telaio monoscocca in fibra di carbonio ed adottato lo pneumatico a spalla bassa.

Le specifiche tecniche che hanno diretto questo progetto sono state incentrate sulla riduzione del peso e dell’angolo di rollio massimo. Il soddisfacimento della prima specifica è stato conseguito tramite l’introduzione di nuovi materiali rispetto alla stagione passata. In particolare la fibra di carbonio ha sostituito l’acciaio, utilizzato nella precedente vettura, per la realizzazione dei braccetti; l’alluminio 7075-T6 ha invece trovato impiego nella realizzazione del rocker e dei supporti dei triangoli, sostituendo anche in questo caso l’acciaio. Questo ha permesso di arrivare ad avere un gruppo sospensione con un peso ridotto di circa il 30% rispetto alla vettura precedente.

sospensioni sospensioni

La stretta collaborazione con i colleghi del monoscocca, ha consentito una disposizione ottimale dei vari elementi; a partire dai punti di attacco dei braccetti dei triangoli fino all’alloggiamento del rocker, ogni decisione è stata presa al fine di perfezionare la dinamica del veicolo e ridurre le sollecitazioni agenti.

Altro obiettivo alla base della progettazione è stato quello di ridurre l’angolo di rollio massimo della vettura, riscontrato troppo elevato nella scorsa stagione. Ciò è stato possibile tramite l’implementazione di un nuovo modello per la schematizzazione delle forze agenti sul veicolo che ha comportato il completo aggiornamento della barra antirollio; è stata quindi aumentata la rigidezza a rollio che quest’ultima è in grado di fornire, lasciando comunque spazio ad un’ampia regolazione della stessa grazie all’elevata possibilità di variazione della posizione dell’attacco sui coltelli (sistema di regolazione discreta).

Alla base della scelta dei parametri cinematici che definiscono l’asse di sterzo vi è stata la necessità di garantire un adeguato grado di camber per la ruota esterna durante il moto di sterzatura, limitando però l’avancorsa in maniera tale da non avere una coppia al volante troppo elevata. Questo è stato possibile grazie ad una modellazione del problema che ha permesso di determinare la soluzione migliore, verificata poi in ambiente ADAMS View.

sospensioni